sabato 1 gennaio 2011

Il rifugio

Foto di Mamma Cattiva (Austria)
Ci siamo. Devo battezzare la parola chiave del 2011. È un impegno verso la colonna sinistra di questo blog ma soprattutto verso me stessa. Non è una parola guida dei buoni propositi, al contrario i buoni propositi meglio lasciarli stare che espressi in questo periodo tendono statisticamente ad essere mancati, come dei birilli, uno dietro all'altro. La parola deve ispirarmi, suggerirmi le priorità, darmi coraggio, indicarmi la strada e alla fine mi suggestionerà e "mi farà compagnia", come direbbe Picca, quando ha bisogno del mio aiuto.
C'è un grande obiettivo che al doc e me, finché andremo d'amore e d'accordo, da' grande speranza. È un traguardo, di quelli che però fanno quasi ricominciare, che chiamiamo il nostro rifugio. È qualcosa che va oltre i nostri figli, semmai il destino ci darà il giusto tempo per vivere insieme, da soli, osservatori a distanza della loro indipendenza. Il nostro rifugio è una piccola casa lontana da tutti gli obblighi che fino ad oggi tolleriamo, in un luogo dall'orizzonte infinito, un posto che ci racconti di sé non appena lo troveremo. Abbiamo delle idee ma non l'abbiamo ancora trovato, forse trovarlo oggi sarebbe troppo presto, non vorremmo sentirci rapiti da una realtà troppo diversa da quella che viviamo oggi.
Quando partiamo, soli o con i nostri figli, per pochi giorni o una vera vacanza, i nostri occhi esplorano i dintorni, ci perdiamo volutamente, scattiamo delle foto e speriamo che in qualche pertugio inatteso si trovi la destinazione della nostra vera libertà.

Per adesso la zona che prediligiamo è in territorio francese. Entrambi adoriamo la Francia. Il doc ed io, infondo, ci siamo incontrati di nuovo a Parigi, al matrimonio di una nostra cara amica. Di nuovo perché ci eravamo già conosciuti undici anni prima in circostanze poco sospette. Spesso ci diciamo che se avessimo capito allora quello che ci legava ci saremmo evitati un sacco di errori e risparmiato tempo prezioso, ma evidentemente i tempi per essere giusti devono fortificarsi di solchi profondi.
Il nostro amore per la Francia ci ha riavvicinati e magari in futuro ci ritroverà affiatati o magari no.

Il doc aspira alla Bretagna, l'oceano, il vento troppo freddo, io alla Provenza secondo lui troppo costosa e alla moda ma per me calda, profumata e accogliente.
Eppure nel nostro girovagare abbiamo sospirato in Portogallo, in Austria, in Guatemala, in regioni italiane diverse dalla nostre origini.

La parola del 2011 sarà "Ricerca" ma non del rifugio bensì del tempo perso, delle soluzioni nelle righe scritte da altri, dei richiami di quello che potrebbe essere un futuro diverso, delle alternative a questa sensazione di appartenere a una vita troppo complicata e superflua. La ricerca mi distoglierà dalla abitudine cronica di essere in ritardo, mi farà scegliere e selezionare, mi spronerà a dire più no.
I miei bambini mi aiuteranno in questo, loro assetati di dettagli e di approfondimenti. Sarò meno presente in alcuni luoghi e per la prima volta in altri.
Proverò a recuperare alcune persone e a lasciarne altre ma poche perché le persone che seguo sono preziose.

Ora scrivo Ricerca nella colonna sinistra del blog.

28 commenti:

Valewanda ha detto...

Che bello questo post, io non ho ancora focalizzato la mia parola del 2011, ma in generale il tema del rifugio e' per me molto caro, e anch'io esploro sempre con occhi di ricerca. Due miei amici l'hanno trovato a Modica, appena possono scappano la', in questo luogo incantato, dicono...

My ha detto...

bel post!
pensa che prima stavo riflettendo su come.....per una come me.......la parola chiave dovrebbe essere: "calma, MENO ricerca!"
:-P


buon anno!

nora ha detto...

Certo è un impegno non facile il tuo. Per me quest'anno invece sarà ricerca sì ma di una felicità lenta. Tantissimi auguri e un grande abbraccio!

Lisa ha detto...

Mi piace. Mi piace anche questa cosa della parola dell'anno e l'evitare i buoni propositi. Da meditare. Buona ricerca!

simplymamma ha detto...

e già mi hai fatto volare col pensiero...nella certezza che il futuro si può cambiare...nella certezza che si può sognare e ricercare il cambiamento! che sia uno splendido 2011!!!

PaolaFrancy ha detto...

Lo sapevo! Lo sapevo che tu e il Doc vi eravate incontrati in un' occasione romantica...ma quanto siete chic??? Un matrimonio a Parigi!!!
Cavolate a parte, bellissima questa parola. Forse e' anche la chiave per raggiungere davvero il traguardo del 2010. Manco a dirlo...che spero che troviate il vostro rifugio.

In quanto alla Francia, io preferisco la costa atlantica, anche se il Mediterraneo, in effetti, da' quel calore che il vento dell' oceano proprio non regala.
Quando siete venuti da noi, avevamo parlato della zona dei Pirenei...e' splendida e, se si sceglie la zona verso Biarritz o quella all' estremo sud, si trovano sei villaggi meravigliosamente autentici non lontani dal mare (o dall' oceano).

Insomma, buona ricerca...
E un abbraccio,
Paola
Anche io e il Moschettiere abbiamo trascorso la nostra prima vacanza insieme in Francia.

MammaMoglieDonna ha detto...

Che bel post!
E che bel proposito!
In bocca al lupo per la ricerca...

Silvietta ha detto...

Cara MC,
sai già quanto mi segnano le tue parole scritte a sinistra, come promessa verso se stesse ma anche e soprattutto le parole che scegli. Forse un giorno, dal vivo, mi annuserai e non mi riconoscerai della tua razza. Per ora, ci sono post, ricerche che fai e che descrivi, che sembranno estratti dai meandri della mia storia e della mia mente.

Allora, buona ricerca.
e se non ti fosse arrivata la mia mail di qualche mese fa, te lo riscrivo: sono certa che se vuoi riscrivere e cercare modi nuovi di vivere, puoi farlo come e quando vuoi dando alle cose una veste tutta tua, con la passione che ti contraddistingue.

buon anno.
silvietta

Ondaluna ha detto...

A bocca aperta.
Non c'è che dire.
E' un proposito meraviglioso, che fa sognare, che fa impegnare, che fa lottare, e che fa superare le fatiche quotidiane.
Mi fa vedere come, rispetto a me, siete proprio in un'altra fase del ciclo di vita.
Noi, ancora giovani genitori, assorbiti nel nostro ruolo impegnativo, difficile," terremotante".
Alla mia parola del 2011 non ci avevo ancora pensato... ora ci penso e la scrivo.
Intanto, se vi va, pensate anche al mio mare: forse non vi offrirà quel luogo ma di certo può offrirvi tanti colori ed un pò di sano relax. In compagnia.

Marlene ha detto...

Ciao MC, tanti tanti auguri di buon anno e Buona Ricerca, ti auguro di trovare in questo nuovo anno tutto quello che stai cercando! ciao

rosa ha detto...

provenza anche io. avevamo dubbi? ;-)

caia coconi ha detto...

ahhh
sospiro un po' che queste parole mi hanno rigenerato e hanno dato voce a cose mie... oh! ma non sarà che a frequentarti mi fai diventare cattiva come te?

Wonderland ha detto...

Ottimo proposito. Buon anno e un abbraccio :*

akari ha detto...

Penso, Rifletto, grazie e buon anno anzi buona ricerca :)

VmnP - Design per Bambini ha detto...

Ricerca. In fondo anche la parola giusta per il mio 2011...ricerca della casa, ricerca di un nuovo equilibrio, ricerca di nuove forze per affrontare la seconda maternità!
Buona ricerca mia cara amica
V

lorenza ha detto...

Finalmente capisco il commento che avevi lasciato quando ho scritto il post su Un giorno!

Bella questa parola per il 2011, la mia, se non si fosse capita, è "decisioni" (Sic).

Buona Ricerca, di quelle che scrivi con la R maiuscola che mi fanno tanto a metà strada tra il Lupetto scout e Siddharta ;)

Susibita ha detto...

Buon anno, buon viaggio (che bello dire "buon viaggio"...ha già il sapore della scoperta, dell'avventura, della RICERCA..no?).

Susibita

Freedom72 ha detto...

quanti pensieri che mi vengono...grazie del blgo, del commento su trenta a wonderland, perchè io ne ho 38 primo figlio e mi sento come se ne avessi 100 da quando ne avevo...20.....grazie perchè mi sproni!!! Buon anno!!!

Mamma Cattiva ha detto...

Ritorno da voi con un po' di magone perché per me questo inizio è un po' così...non so...poi magari proverò a dirlo.

@Valewanda - La Sicilia è gà dentro di noi ma non so se ci vivrei, ma non è detto. Cioccolato di Modica, vogliamo parlarne?

@My - Eppure la ricerca non è per forza frenetica. Pensa che io sto ragionando su un atteggiamento di ricerca molto calmo e contemplativo ;)

@Nora - Ahimé, non la faccio mai facile ma come detto a My, in realtà aspiro a complicarmi la vita con calma :)

@Lisa - Grazie. Anche per te allora buona ricerca della parola almeno.

@Simplymamma - Sempre. Devi sempre sperare nel cambiamento anche quando le cose vanno bene affinché vadano avanti. Un abbraccio!

@Paola - Buona la dritta della zona Pirenei. Andiamo in esplorazione?

@MammaMoglieDonna - Crepi! Anche per te quello che desideri!

@Silvietta - Conservo gelosamente ogni tua parola...Sniff, sniff...stessa razza...

@Onda - Devo ancora risponderti per il mare. Mi piacerebbe proprio tanto!

@Marlene - Anche tu, eh?

@Rosa - Oramai proprio no...

@Caia - Dici? A me non sembri mica tanto buona...;))

@Wonder - :*

@Akari - Buon tutto anche a te!

@Vmnp - Vali, cara non sai quanto mi sono emozionata!!

@Lo' - Prendi la decisione giusta, ok? Una sola ma giusta!

@Susibita - Buon viaggio è il massimo per me. Sempre! Anche prima di tornare a casa...

@Freedom72 - Grazie a te. Tieni duro che devi avere tante forze, ora più che mai! Wonder cmq è un'amica e sa cosa intendevo ;)

giuliana ha detto...

buona strada, mamma cattiva, ché la ricerca è una cosa impegnativa e ti porta in luoghi che neanche potevi immaginare che esistessero.

I pensieri di Alle ha detto...

buona strada, buona ricerca, io adoro la Francia, la provenza é bellissima, ma anche la Bretagna, dove andremo in vacanza in modo piu' approfondito questa estate, non so consigliarti entrambe fantastiche, dipende da cosa cercate esattament.

ho letto che l'inizio anno é stato cosi cosi', spero sia migliorato!! Auguri ed imbocca al lupo!!

MadreCreativa ha detto...

Bellissimo post...bellissimo l'amore che ne emerge!

My ha detto...

@mammacattiva: no no io non ho mai parlato di frenesia. ma di TROPPA ricerca, sempre ovunque e quantunque

(com'è che non mi si capisce quando parlo? hai un indizio?)

Mamma Cattiva ha detto...

@Giuli - lo spero davvero!

@I pensieri di Alle - dopo le vacanze in Bretagna allora dammi qualche luogo che magari poi andiamo in avanscoperta.

@Madre Creativa - Grazie! Amore tanto, pazienza poca ;)

@My - Bipolarismo acuto? ;))

Isabelle ha detto...

Bellissimo post Carissima! :)
Auguri, per tutto!!!
Se io avessi un blog e dovessi scegliere una parola chiave per quest'anno, sceglierei Speranza. Perché in certe situazioni, è la sola cosa a cui ci si puo' aggrappare....
Un abbraccio,
Isa

LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA ha detto...

Anche io voglio lasciarti la mia RICERCA...ed è SERENITA'. Quella dell'animo che fin'ora ho fatto fatica ad individuare perchè dò troppo peso alle parole e alle volte questo, che per me è una grande qualità, diventa invece un terribile difetto perchè mi impedisce di vivere appieno. Da quest'anno voglio trovare la mia SERENITA' e per farlo devo guardare dentro di me e renderne partecipi gli altri...Condividere è serenità. Buona Vita Mammacattiva!!!

bismama 2.0 ha detto...

Trovo questo post di ispirazione.
Insomma...io coi buoni propositi soliti (alcuni son parcheggiati in quella lista da anni) ma sapevo già che sarebbero stati disattesi!
Però la parola chiave è un'idea geniale...

Mamma Cattiva ha detto...

@Isa, tieni duro! Anche per loro. Per lui cercherò solo la giusta preghiera.

@Lamammaèsemprelamamma, se io mi mettessi a cercare la serenità non mi basta il 2011. Se ne trovi mi dai l'indirizzo? ;-)

@Bis, e allora quale è la tua?