domenica 23 agosto 2009

Il punto della situazione



Il punto è che non voglio determinare, urlare al mondo, chiarire che sono una mamma cattiva. Il punto è che io non ci riesco. Punto e basta.

Ho le risposte per tutto. Leggo, imparo, ascolto tutto. Quello che mi piace e quello che non mi piace.

Se devo dare il mio parere, se mi chiedono un consiglio ho sempre una buona risposta. Le parole giuste, il tono giusto. Mantengo la calma, razionalizzo, seziono gli aspetti di un problema e do la soluzione.

Ogni mattina mi sveglio e mi riprometto di cominciare daccapo. Voglio essere coerente con tanta saggezza e sapienza ma fallisco dopo appena dieci secondi.

Anche questo blog è solo “Chiacchiere e distintivo”.

26 commenti:

Silvia gc ha detto...

Ma lo siamo tutti! :)
Siamo solo chiacchiere e distintivo: io sono chiacchiere e distintivo per lavoro. La mia è una vocazione!
Io non ho il coraggio di confessare a mia madre che scrivo un blog come genitoricrescono perchè temo che mi farebbe un predicozzo sul fatto che predico bene e razzolo male!
Ma è così non per ipocrisia. E' giusto che sia così: vedere le situazioni da fuori ti da la capacità di vederle a tutto tondo, da dentro, invece, quando ci sei in mezzo fino al collo, vedi solo le pareti curve della sfera che ti avvolge...
Io mi ammazzo di buoni propositi con l' "allenamento emotivo" di mio figlio, poi arriva il giorno che sbotto e lo minaccio come una madre isterica...
La verità è che non siamo affatto chiacchiere e tanto meno distintivi. Non siamo chiacchiere perchè, almeno, ce la mettiamo tutta, ci proviamo, con tanta buona volontà e tentando di essere consapevoli. Non siamo distintivi perchè molte di noi tentano proprio di togliersi le etichette con questi blog: o quanto meno di riformulare i ruoli, di essere questo e quello, senza compartimenti stagni.
Almeno le chiacchiere di uno/una, fanno bene ad un altro/un'altra...
Che vuoi, anche questo non è poco.

mammafelice ha detto...

Senti, ma siamo poi così sicure che la coerenza sia una dote?
Non lo so... a me fa un po' schifino.

Certe volte penso che questa faccenda di volersi sempre migliorare sia proprio una fregatura. Sempre a sgretolarci, ricostruirci, farci esami di coscienza... e se fosse tutto tempo sprecato?

Insomma, dai, checcavolo, non siamo malaccio.
Fine della storia.

Se volevo essere perfetta... ho già perso il treno. Non dico che non si debba cercare di essere una versione migliore di se stesse.
Ma ricostruendo, non destrutturando.

Altrimenti finiamo per diventare come quelle ricette fichissime tipo 'parmigiana destrutturata', dove la mozzarella è un'acquetta piena di bollicine e le melanzane si sono ridotte a una sfoglia croccante.

Insomma... cose che poi ti ritrovi che sono bellissime, ma non ti fanno godere.

(Ma avrò capito il senso del post?
Appunto...)

Marlene ha detto...

Credo sia un pò quello che pensano tutte ogni mattina. oggi risveglio e pieno di buoni proprositi, organizzazione ad orari per non farti scappare niente e poi vai a letto dicendo domani andrà meglio.
Condivido con mammafelice che il clichè di essere perfete è una fregatura perchè poi, in base a chi dovremmo essere perfette, e siamo sicure che il nostro modello di perfezione o quello dettato dai manuali sia realmente perfetto?
E' una questione di coinvolgimento emotivo, ci facciamo trascinare dalle emozioni della nostra vita perdendo l'obbiettività che abbiamo verso gli altri, ma mamma cattiva lo sai meglio di ma siamo umane, e per di piu donna inclini al sentimentalismo e la perfezione è un coccetto tanto utopico quanto raro.
Pertanto ognuno di noi nella sua insicurezza ed imperfezione non smettere mai raggiungere qualcosa che in realtà forse già è...

Pocahontas ha detto...

Buffo...anche io mi sento cosi' oggi...giornata no di stanchezza, inadeguatezza, dubbi e molto altro che e' difficile da definire...ho mandato fuori le nane con John Smith e per un paio d'ore potro' respirare, pensare, piangere, cercare di dare un ordine al groviglio emotivo che mi serra lo stomaco. Ti invito ad ascoltare Details in the Fabric di Jason Mraz (mamma mia come al liceo mi butto sulle canzoni per trovare conforto, che stia regredendo???) a me piace molto ed il testo e' davvero confortante. Un abbraccio.

Mamma Cattiva ha detto...

Il punto è...che sono ancora incazzata come un furetto.
Vi rispondo con il testo suggerito da Pocha...

Grazie a tutte, però.

Details In Fabric
traduzione in italiano qui

Calm down
Deep breaths
And get yourself dressed instead
Of running around
And pulling all your threads saying
Breaking yourself up

If it's a broken part, replace it
But, if it's a broken heart then brace it
If it's a broken heart then face it

And hold your own
Know your name
And go your own way
Hold your own
Know your own name
And go your own way

And everything will be fine
Everything will be fine
Mmmhmm

Hang on
Help is on the way
Stay strong
I'm doing everything

Hold your own
Know your name
And go your own way
Hold your own
Know your name
And go your own way

And everything, everything will be fine
Everything

Are the details in the fabric
Are the things that make you panic
Are your thoughts results of static cling?

Are the things that make you blow
Hell, no reason, go on and scream
If you're shocked it's just the fault
Of faulty manufacturing.

Yeah everything will be fine
Everything in no time at all
Everything

Hold your own
And know your name
And go your own way

Are the details in the fabric (Hold your own, know your name)
Are the things that make you panic
Are your thoughts results of static cling? (Go your own way)

Are the details in the fabric (Hold your own, know your name)
Are the things that make you panic (Go your own way)
Is it Mother Nature's sewing machine?

Are the things that make you blow (Hold your own, know your name)
Hell no reason go on and scream
If you're shocked it's just the fault (Go your own way)
Of faulty manufacturing

Everything will be fine
Everything in no time at all
Hearts will hold

VereMamme ha detto...

perchè è così difficile capire
che quando uno sta così basterebbe a volte solo un abbraccio?
vengo ad abbracciarti, va'.

mammafelice ha detto...

Mi spiace... spero che non sia successo nulla di grave!

Stefania ha detto...

MC ... anche io sono spesso tutta chiacchiere e distintivo... e quando poi i cuccioli sono a letto e dormono ed ho un momentino per riprendermi ...li guardo e dico , poverini , la prossima volta cercherò di comprendere prima la situazione ... essere più morbida ... non alzare la voce... ma .. a volte ce la faccio alla grande altre no. Siamo anche noi delle bimbe che giocano a fare le educatrici ed avremmo bisogno di tempo spazio e coccole... Però io dico... se sei qui a parlare delle tue chiacchiere e del tuo distintivo non sei una mamma cattiva , altrimenti avresti dedicato il tempo che usi per allenarti al miglioramento semplicemente a limarti le unghie appena smaltate , lasciando tuoi figli davanti ad un pessimo programma televisivo dopo avergli dato per cena un pacchetto di patatine aromatizzate al finto formaggio... eh !
MC ... cambia il titolo del tuo blog... perchè dato che NON SEI una mamma cattiva direi che andrebbe bene ... MC una mamma che credeva di essere cattiva ( ma poi ha capito) he he he
Un abbraccio Stefania

Ondaluna ha detto...

E chi lo dice che nei fallimenti non siano seminati in nuce le nostre potenziali risorse?
Coraggio cara, i buni consigli a volte possono aiutare gli altri (che se non li gradiscono fanno sempre in tempo a non ascoltarli), e sono facili da dare proprio perché dati da un punto di vista al di fuori delle parti... quando sei direttamente coinvolta è tutta un'altra storia...

Gloglo ha detto...

Ecco, io dopo i tuoi ultimi due post comincio a pensare di essere stata clonata. Tutte le tue ultime parole potrei averle scritte io se non mi impedissi di guardarmi allo specchio e dirmi: sono una mamma cattiva. Leonardo è dai nonni e sono due giorni che non li chiamo per sapere come sta. Sono così sicura che stia bene da non telefonare? No, è che sono talmente assorbita dalla libertà riguadagnata che mi dimentico di avere un figlio. Vabbè oggi telefono...

aspirantemamma ha detto...

Non credo sia una questione di incoerenza...giustamente tu hai le tue idee, le tue opinioni, le tue "teorie". Che proprio perché sono teorie sono poi difficili da mettere in pratica...perché la realtà ha sempre nascosto l'evento impazzito o il granellino di polvere (quando non qualcosa di più grosso) che buttano tutto all'aria. Ma io penso che sia comunque giusto avere dei principi e dei punti di riferimento.
Se a volte (o spesso) non riusciamo a raggiungerli non facciamocene una colpa.

Mamma Cattiva ha detto...

Vi seguo e vi ascolto. Non voglio rispondere perché l'ultima cosa che ho urlato è stata "mi si seccasse la lingua" visto che l'unica cosa buona che sembro fare è parlare "bene". Recupero le idee e poi torno ai vostri pensieri.
Fra un pò arriva Flavia con i suoi pezzetti e magari recupero il senno.
Faccio una doccia, va...

mammafelice ha detto...

Di cose buone ne sai fare molte, e sai dirne anche molte.
Hai sempre risposte intelligenti e acute e penso di non essere la sola a riconoscerti una grande stima.
Mi dispiace che tu sia giù di morale... ti lascio un abbraccio grande.
Se hai bisogno di me, io ci sono.

Silvietta. ha detto...

ieri sera ti stavo scrivendo e il server mi ha mandato tutto a l'aria. è stato proprio il gocciolino in una giornatina in cui forse non sarei riuscita a dirti nulla di buono. allora ci provo adesso, che il sole splende.

una MammaCattiva non è detto sia una cattiva mamma.
una MammaCattiva non è detto sia una cattiva persona.

sentimenti cattivi, attimi down appartengono a tutti. io tengo un diario dove cerco comunque di riconoscere a me stessa chi sono a parte l'attimo down, a parte la frase sbagliata, a parte la giornata no... ecc. ecco, io ci sono.

e anche se ti conosco solo virtualmente, fossi con me ora, ti prenderei sotto braccio e ti obbligherei a un tè con limone /tisana / acqua tonica con ghiacccio /cuba libre (a seconda dell'ora della giornata).

conto lo faccia Flavia.

e ora ti abbraccio forte forte forte forte.
s.

TuttoDoppio ha detto...

Potrei aggiungere l'ennesimo commento, ma quel che c'era da dire è già stato detto.
Ti dico solo che io mi ci ritrovo spessissimo in questa situazione, con l'aggravante che se qualcuno osa anche solo accennare al fatto che è normale, che siamo un pò tutte così, mi inalbero tantissimo e penso "NO! Io sono peggio!" senza rendermi conto che in fondo in fondo io non so veramente come funziona in casa d'altri e come sono le altre mamme...
Ti dirò MC che mi convinci molto di più tu delle tante mamme zuccherose che scrivono post su post straripanti di miele, per carità, se la loro vita è veramente così dolce e gratificante tanto di cappello, ma le guardo sempre con un pò di sospetto.
Ciao cara, oggi è un altro giorno.

VmnP ha detto...

Carissima Mamma Cattiva ho letto nel tuo penultimo post 10 cose di te e direi che sei una mamma modello! Sappi che se fossi un brand io ti chiederei di aprire un franchising (si scrive cosí?). Il non riuscire ad essere come vogliamo, di non riuscire a tradurre in azioni quotidiane le nostre nobili convinzioni, io ho chiesto un po' in giro e capita un po' a tutte. Mi sono chiesta come mai ed io la mia risposta me la sono data: io sono spesso stanca ed insoddisfatta di me e cosí invece di arrabbiarmi con me stessa magari mi arrabbio se la gnoma si impatacca o simili...per me é cosí...

Mamma Cattiva ha detto...

Vorrei rispondervi una ad una (oh, mai che ci fosse mai un uomo nelle conversazioni... :)

Vedrete l'ora in cui rispondo...ero andata a letto ma eravate li' che saltallevate sulle molle "MC, ma che stai a fa'? Dormi? E a noi chi ci dice come stai?".

"Bambine, non si salta sopra letti e divani!"

"Basta, MC...vedi di scendere e dicci come stai..."

Arieccomi...dopo una giornata di distrazioni.
Flavia pat pat sulla spalla mi ha riportata su un piano di realta'. Grazie Fla'!

Ma grazie anche a voi. Penso che mi rileggero' i vostri commenti quelle 40/50 volte un giorno si' e uno no.
Se nonna cattiva leggesse direbbe: "Ecco credi a loro e non a me".
C'e' che voi non siete la mia mamma e quindi non eravate obbligate a dirmi le vostre percezioni.

Posso invitarvi a cena? Vengono solo MammaFelice e Fujiko che magari mi abitano dietro casa o vanno dal mio stesso fornaio?
Non scherzo. Quanto sarebbe divertente una pizza tutte insieme?

Sono un po' su di giri in questa ora della notte e non ho piu' voglia di piangermi addosso. La via e' senza ritorno e ce la posso fare.

Marlene ha detto...

hei MC che t'è successo, manco un giorno da sto blog e di ritrovo sottosopra, anzi scossa e sbattuta come una cosa dopo un terremoto. Ecco bene riposati e ritrova il bandolo della matassa...poi mi fai sapere come và! ok, apresto?

mammafelice ha detto...

Good girl! :)

VereMamme ha detto...

grazie a te. un pezzo alla volta...

TuttoDoppio ha detto...

Io se fate la pizza ci sono eh? Magari sarebbe la volta buona che riesco a conoscere una mamma blogger, che qui son tutte di Milano, di Roma, d'oltreoceano...

un programma carino potrebbe essere:

-prima parte-
aperitivo in cui ci si dice a vicenda quanto si è cattive, cattive, cattive, poi si conclude con una sbronza colossale alla "ma dai beviamoci su".

-seconda parte-
torniamo noi stesse, ci ricomponiamo, facciamo una telefonatina a casa per sincerarci che i figli non stiano distruggendo il salotto mentre i mariti cazzeggiano davanti a pc, tv e fantacalcio o roba simile. Pizza composta e chiacchiere in quantità.

Io ci sono...

Silvietta. ha detto...

ehi, la pizza ci sto, però non sotto firenze, seno cimetto tre giorni ad arrivare... (devo mettermi gli scarponcini, scendere dalla montagna... ecc. ecc.).
scherzi a parte, contenta, davvero tanto, che stai meglio.
s.

e brava flavia

elisabetta ha detto...

eeehhh MC, io mi ricordo la tua nuvola di tag e quanto ti ha riempito il cuore. non si regalano parole preziose a chi non lo merita e tu lo sai. tutto il resto sono assestamenti, poco per volta.

Mamma Cattiva ha detto...

A settembre sparo un post per andare a mangiare una pizza.
Chi c'è, c'è. Se mi trovo da sola mi riposo. Un abbraccio a tutte.
@Silvietta - L'acqua tonica è il mio soft drink preferito. :)

Improvvisamente in quattro ha detto...

Finalmente a casa e con una connessione decente, riesco a commentare!
Intanto sono contenta si sentire che va meglio!
E nel commento mai pubblicato ti scrivevo che anche se non è tanto, sapere di essere in due (o tre, quattro cinque), fa sentire meno sole e più capite... perchè io non sempre mi sento capita da chi frequento fisicamente.
Comunque sarebbe fantastico poterti-vi conoscere!

Silvia - Mamma Imperfetta ha detto...

Chi vince?
La cattiveria o l'imperfezione? ;-D