giovedì 20 agosto 2009

The Honest Scrap Award...


Prima di pubblicare un post post-vacanze che mi annoia e convince poco, forse perché le mie vacanze non sono ancora terminate e si stanno rivelando noiose e poco convincenti, e trovandomi di nuovo davanti a un portatile (quello con tastiera americana di Nonna Cattiva), ho deciso di concedermi il primo meme da quando ho aperto questo blog.

Stefania di Albero Arcobaleno mi ha consegnato un Honest Scrap Award e volentieri partecipo, se non altro per citarla e dire pubblicamente quanto mi piace il suo blog.
È un blog sopraffine perché con creatività e spirito pragmatico riesce a far convergere pensieri ed azioni. Per me, che mi perdo sempre in riflessioni e cerco risposte in fatti, queste sono doti rare e preziose.

Condizioni di questo premio sono: raccontate ai vostri lettori 10 cose che si sappiano o meno di voi ma che sono vere. Indicate dieci persone che hanno diritto al premio e siate sicuri di far loro sapere che sono stati contrassegnati (un breve commento sul loro blog andrà bene). Non dimenticate di collegarvi di nuovo al blogger che vi ha premiato.

Ecco il mio turno e voglio farlo a modo mio, raccontando dieci ragioni spicciole e immediate per cui molte voci in giro bisbigliano che io sia una Mamma Cattiva.

Sarò semi-seria ma probabilmente dietro ad ogni punto potrebbe esserci lo spazio per un post. Se qualcuno volesse approfondire si faccia avanti e accoglierò volentieri l’interesse per tanta malvagità.

Here we go…

1) La dote della pazienza non appartiene a MC e fare la mamma senza pazienza è un ossimoro.

2) MC pensa che i bambini nascono piccoli ma poi devono diventare grandi e autonomi. Per questo il suo primo obiettivo di mamma è accompagnarli per mano…fuori di casa (e magari in giro per il mondo).

3) MC ama il cibo e i sapori veri. A quei poveretti dei suoi figli viene spesso impedito il consumo di molti cibi e bevande confezionati, cioccolato, fritti e affini; vietato aggiungere zucchero o miele nello yogurt bianco o nei cereali; niente biscotti Plasmon nel latte. E tanto altro ancora.

4) Per MC il sonno dei bambini è sacro prima per lei che per loro. Dopo aver letto pressoché tutti i manuali circolanti in merito, ha confermato di saper già tutto oltre i manuali: trascorsi i primi tre mesi in cui si vive in apnea, ha attivato una serie di rituali da fattucchiera e ha costretto i suoi figli a dormire il pomeriggio e la notte nel loro letto. Considerato il punto 1) l’impresa è stata titanica.

5) Se chiedi a MC quanto sono alti e quanto pesano i suoi bambini, a meno che non sia il giorno successivo alla visita pediatrica, lo ignora. Se poi le chiedi qualcosa sui percentili sicuramente ti risponde male, anche perché ancora non ha ben capito come funzionino (e il doc alza gli occhi al cielo).

6) MC non porta i suoi bambini a tutte le feste comandate dei compagni di asilo e dintorni, soprattutto a quelle di giovedì alle ore 16:00. Spesso le mamme degli asili, quando la incontrano, si presentano ogni volta oppure, se la salutano, le dicono “Non ti vediamo mai?! Ci siamo mai viste?”.

7) Durante lo svezzamento, prima che MC ricominciasse a lavorare, Picca per quindici giorni consecutivi non ne ha voluto sapere di assaggiare la pappa. Una mamma buona avrebbe proposto il solito. MC l’ha messa ogni volta a letto a digiuno. Picca ogni volta si svegliava come nulla fosse. Merenda e la sera latte. Il sedicesimo giorno è arrivata la tata, le ha preparato la pappa e Picca l’ha mangiata tutta. MC ha pianto molto.

8) A casa di MC arrivano molti giochi da parenti e amici. MC impedisce l’ingresso di armi, di giochi senza marchio CE, di doppioni, di Gormiti e Winx e di tutti quelli che, dopo una settimana di frastuono, turbano la psiche di MC e del vicinato. Ebay e il Gozzadini (solo nel caso di doppioni) aiutano il compito.

9) MC talvolta urla. Vedi punto 1) In quei casi bisognerebbe venderla su Ebay, in quanto gioco rumoroso.

10) MC preferisce premiare i suoi bimbi non tanto quando fanno una cosa fatta bene ma piuttosto quando affrontano con coraggio una difficoltà: una puntura, una caduta, un’esperienza in ospedale, una malinconia improvvisa. Preferisce …

A mia volta consegno il premio a:
Silvietta per Qualcosa sta cambiando
Marlene per Tra Rock e Ninna Nanne
Vivapochaontas
Vorrei ma non posso
Mamma in 3D
Renata per Due Minuti o Tre
Patrizia per Extra-Mamma
World Wide Mom
Leggi.my
MammYX di Non ho Valentina

[Sentitevi libere di partecipare al gioco]

32 commenti:

Marlene ha detto...

Hei MC grazie mille per il premio.
Ma ora veniamo al post, in una società oberata dal perfezzionismo mi piace sempre di più il tuo outing di mamma.
Quando una mamma si arrabbia non lo dice, una mamma non puo non sapere quanto pesa il suo bimbo, una mamma non mette a letto la figlia senza cena.
Questa è sincerità, e volersi mostrare come si è, senza nessuna maschera costruita per compiacere altrui, questo mi piace MC, sei sincera, maledettamente sincera ad attualista.
Che portento, vorrei averne anche solo un pezzettino della tua sicurezza...e tutto sarebbe piu facile.

Quale sarebbe il rituale per la nanna dal 3° mese in poi?

Buona giornata MC, magari visto che non lavori sari un pò meno MC e un pò piu mamma.

extramamma ha detto...

Grazie 1000! Che bella sorpresa, ho anche imparato cos'è un "meme" (meglio tardi...) partecipo volentieri al gioco :-)) baci

Anonimo ha detto...

Proprio carino questo blog! Gozzadini, Bologna...mi sa che siamo vicine...
http://vistodalei.splinder.com

Mamma in 3D ha detto...

Grazie, Mamma Cattiva!
Raccolgo il testimone e ci penso su...
Intanto, mi sa che potremmo incontrarci in offerta speciale su Ebay (cfr. il tuo punto 9)), ché, dopo questi due mesi di cosiddette vacanze, sono stanca persino io di sentire la mia voce... :-)

Stefania ha detto...

bè ... secondo me fra il serio ed il faceto MC sei un pò severa con te stessa e forse siamo un pò tutte MC ... Voler fare le mamme un pò fuori dalle righe ci porta ad essere un pò C.
Anche io mi son sentita dire di essere ESAGERATA ... questo appellativo me lo appiccicano addosso circa ... le merendine non permesse... i giochi plasticosi evitati ... i vizi a tavola risolti con un , non c'è altro , se non vuoi questo allora non mangerai....
ma lo vogliamo dire che oltre ciò siamo capaci di amore , dedizione e impegno!!! Se non altro per tutti i libri che ho letto dalle gravidanze in poi... !!!! Stefania
ps
che complimentoni!!!! Ma sei sicura di aver letto proprio il mio blog??? Io lo trovo molto stile ... diario-cose-buttate-lì...
adesso mi rileggo ciò che ho scritto ... per trovare tutte queste soluzioni ... he he baci...

Silvietta. ha detto...

ooooohhhhhhh MC, ma che bel post!
intanto grazie del meme e del passaggio-premio.

ma poi torniamo al post.
Mi piace tanto tanto il 2) , questo senza leggere manuali e senza niente. Sarà che sono indipendente, oppure che sono cattiva e voglio tornare indipendente anch'io...

per il 4 faccio la OLA - anche prima di leggere la Hogg (e di sbirciare zio Berry in biblioteca) avevo iniziato i trucchi da fattucchiera - scaramanticamente non dirò nè che cosa sono riuscita a ottenere nè come va (anche perchè vuoi mai decidessi un secondo che ti ribalta tutto quanto) però se fondi un movimento, io ci sono! e se lo racconti in un post... ancora meglio, sarà il mio oggetto transazionale

il 10 è per bimbi un po' più grandi, quindi voglio un post a cui attaccarmi come coperta di Linus

grazie, MC. confermo che leggerti mi fa respirare aria pulita, altro che C.
ma magari è che sono un po' c anchio...

a presto,s.

aspirantemamma ha detto...

Se fondi un club delle mamme cattive io potrei essere una dei soci senza dubbio!
Sono un po' più morbidella solo sul cibo, nel senso che io di schifezze ne mangio e a volte le faccio pure assaggiare alla Nana (solo a volte però!)

supermambanana ha detto...

ehi, ma allora sono una mammacattiva pure io, evviva! :-)

VereMamme ha detto...

MC lo sono anch'io. Ho appena fatto una figuraccia in spiaggia (il grande mi ha fatto saltare i nervi. mentre facevo il bagno col piccolo, lui piangeva e urlava perchè gli era caduto il tappo dell'acqua. dopo cinque minuti di questa scena pietosa e del mio rifiuto di muovermi aspettando che lui risolvesse un problema stupido, una signora glie l'ha preso e sciacquato, e di fronte al mio "ma che figuraccia" ha detto "ma è piccolo!" "MACCHE, E' GRANDE E GROSSO E DEVE CAVARSELA DA SOLO!!"
oddio. che ho vinto?

Mamma Cattiva ha detto...

Siete delle grandi! Quelle che incontro io però non mi dicono queste cose :)

@Marlene - Grazie di cuore per la stima ma il mio grande problema è proprio essere una perfezionista per cui mi riesce difficile avere pazienza con i piccoli che non possono agire con precisione. Ammiro molto quelle che non guardano nel dettaglio. Sono sicuramente più tolleranti.
E stessa cosa per la sicurezza. Sono la persona più insicura della terra e vacillo spesso molto spesso.
Sulla nanna non mancherò. Non ti farò mancare nulla...

Mamma Cattiva ha detto...

@extramamma - Volevo ringraziarti per il rifugio in Scozia che mi hai dato. Voglio tornarci con i miei e mi hai dato molti spunti.

@visto da lei - Grazie della visita. Le blogger bolognesi/emiliane iniziano ad abbondare. Bisogna organizzarsi. Ne parliamo con Mamma Felice? :)

@Mamma in 3D - Ma secondo te riescono a venderci? Hai presente le aste portate a termine e poi l'acquirente ci ripensa? Grazie!

Mamma Cattiva ha detto...

@Stefania - Sì, in effetti anche esagerata é ricorrente.

AMORE DEDIZIONE E IMPEGNO, me li segno...

quanto al tuo blog solo qualche esempio:
- si fa presto a dire giochi alternativi...tu me lo mostri con dei sassi;
- ok gli amici, ma che preparo all'improvviso?
- Ecologia? Basta poco, che ce vo'?

E le foto, vogliamo parlare delle foto?

Basta se no ti monti la testa...

Mamma Cattiva ha detto...

@Silvietta - Sarai accontentata. Sputerò il rospo sui vari punti spinosi. Ti confesso che questa estate mi hai suggerito e incoraggiato a raccontare la mia. Ti anticipo che il secondo ribalta tutto perché è letteralmente "un'altra storia" e deve essere così. A me è capitato con la pappa. Ma la mamma (e il papá, nel mio caso) è sempre la stessa...a presto!

Mamma Cattiva ha detto...

@aspirantemamma - Ti ho stimata fin dal primo commento in casa Wonder e se fondiamo il club...ci fanno fuori :)

@supermambanana - Blo-og! Blo-og! Non si possono non seminare le erbe cattive! ;))

@Flavia - Hai presente il Tombolino a Natale? Quello che investi subito in un'altra tessera? :)
Ecco quelle sono le signore sulla mia strada: ma è piccolo? Non capisce...e tu sotto hai lo sguardo da lucifero di tuo/a figlio/a...

Improvvisamente in quattro ha detto...

Che bello conoscerti un po' di più!

Sui tuoi punti:
3. per quanto io sia una golosa stratosgerica, mi sto impuntando molto sul cibo dei bimbi (e sul momento della pappa) e presto lo racconterò in un post.
4. Ho iniziato i rituali appena si sono stabilizzati con gli orari. Solo dopo ho letto i vari libri. Il problema è che da qualche mese a questa parte le notti sono un argomento "caldo" per me.
9. Io ancora non urlo... ma a volte i nervi sono messi a dura prova!

A presto,
Silvia

Mamma Cattiva ha detto...

@Improvvisamente in quattro - Sono collegata e ti rispondo subito...

3. Anche io sono stra-golosa ma proprio per questo penso che non si debba avere fretta. E' un po' come una degustazione di formaggi. Da cosa parti? Da uno stagionato? Da un erborinato? :)
4. L'errore piu' grave che si fa a parlare della nanna e' pensare che sia sempre tutto definitivo, che non ci siano mai fasi diverse, momenti diversi e si percorrono quindi strade estreme opposte. Proprio ora, per es., che sono a casa in campagna con i nonni, mia figlia piccola, che a casa si addormenta tranquillamente da sola e non fa mai una storia (o quasi), non ne vuole sapere di addormentarsi da sola. Io non cambio idea. I nonni non capiscono e sai che faccio? Faccio fare alla nonna. A casa si torna alle regole. Ogni tanto si ricomincia, si torna indietro ma poi di nuovo avanti...
9. Ecco non urlare che io devo imparare a non farlo. Cerco un coach...
Ciao Silvia.

M. ha detto...

premetto, non sono mamma, ma mi permetto di lasciare lo stesso un commentaire dato che leggo e apprezzo molto questo blog. approvissimo tutto, evviva meno male che ci sono mamme come te, ma i biscotti Plasmon...no, è troppo. io li adoro, magari non li mangio per mesi ma quando mi decido a comprarli veleggio su una confezione alluminio al giorno, sono l'apoteosi del biscotto. ovviamente scherzo, e suppongo sia solo una questione di tempo e di età dei bambini, ma un Plasmon ogni tanto sssì, dai!

SIlvia gc ha detto...

Dopo la giornata di oggi in cui ho urlato dalla mattina alla sera, mi sono letta il tuo post e mi è sembrata una boccata d'aria: non mi sono sentita meno m.c.... mi sono sentita autorizzata ad esserlo ed in buona compagnia!!
Per il coach facciamo a mezzi?

Mamma Cattiva ha detto...

@M. - nonché Enterogermina - Ma che mito il nome del tuo blog!!
Una domanda. Perché una non-mamma non dovrebbe commentare? Ti prego fallo sempre e di quello che vuoi...:)
Te la diro' tutta sui Plasmon. In realta' non ho scritto che non do' loro i Plasmon o biscotti simili. Ho detto che non li metto nel biberon del latte perche' il latte, secondo me, e' buono bianco e senza aggiunte. :))
Due esperienze poi mi hanno colpito (anzi traumatizzato):
a) Una cugina che si lamentava del fatto che a pranzo la figlia non le mangiava nulla. Timidamente chiesi: ma cosa mangia prima, tipo a colazione? Risposta: un biberon di latte con...16 biscotti Plasmon...
b) Una mamma che mi raccontava che i suoi figli non amavano il latte? Timidamente chiesi: come mai? Lo sputavano? Cosa?
Risposta: Il latte lo bevono ma solo con il Nesquick...

La cosa curiosa e' che i pediatri nel piano di alimentazione non ti dicono di mettere aggiunte di biscotti nel latte. E poi perche' non mangiare latte e biscotti separati?

Ciao M.!

@Silvia gc - Il tuo ultimo post invece mi ha fatto venire voglia di sposarmi. Pensa te...
Per il coach, ci sto...Flavia??????

My ha detto...

eeeeeeeee sai che ti dico?
credo che tu non abbia vita facile fuori dalle mura di casa tua.
e, per questo, ti sento vicina.

vedrò il da farsi, per il gioco ;-)

mammafelice ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mammafelice ha detto...

Mi ci rispecchio molto :))
L'unica differenza è che non urlo, ma mica perchè sono buona: perchè sono tanto pigra e mi fa fatica!

Silvia gc ha detto...

Scusami, ma il mio ultimo post doveva farvela passare la voglia di sposarvi a voi che ancora non ci siete cascate!!!! :))))
Ma dove ho sbagliato????
Chissà quanto prende Flavia per del coaching privato? Facendo a mezzi, magari ce la possiamo permettere!!
(Pardon, ma all'amica tua hai chiesto come ci stanno 16 plasmon in un biberon? dentro è come se ci fossero le sabbie mobili!)

Cristina ha detto...

Ciao anch'io sono una mamma molto cattiva, mi ritrovo molto in quello che scrivi,anche se i miei tre figli sono un po' più grandi 13,12,e 8 anni.
Ti assicuro che funziona così... bimbi piccoli problemi piccoli, bimbi grandi problemi grandi.
Io continuo ad URLARE sempre e comunque.

Flavia ha detto...

Mi avete chiamato? ecchime :) Il mio coaching è uno scambio alla pari: il blog cafè ad es. è una specie di confessione collettiva delle nostre zone d'ombra, e quello è il primo passo... poi, si può fare un piano su come migliorare, e quello è il passo decisivo. anch'io ho in mente qualche post sui miei peggiori difetti, tanto per cominciare, e il mio commento precedente ne era solo un piccolo esempio. e poi sull'urlo STO MESSA MOLTO MALE ANCH'IOO!!

Mamma Cattiva ha detto...

@My - Grande onore avere qui una bis-mamma che ha partorito da pochi giorni. Auguri da tutti noi! E anche io ti sento vicina...

@Mammafelice - E sì, la fai troppo facile :) se fosse una questione di pigrizia io sarei un sussurro. Deve essere un talento.

@Silvia gc - Hai semplicemente trovato una risposta per tutti quelli che ci rompono gli zebedei e ora che ce l'ho posso iniziare serenamente a organizzare una bella festa, sic et simpliciter. :)
E se pagassimo il coach in natura? :D
Domanda biscotti non fatta. Mi arrendo subito quando non mi tornano i numeri. Ho il sospetto che i biscotti fossero meno...

@Cristina - Quindi non si va verso un mondo migliore? Oddio, non credo di farcela...
Grazie di esserci.

@Flavia - Veramente ti chiamavo per abbattere i costi e dividerci la spesa in tre...:DD

VereMamme ha detto...

ah grazie. ma io rispondevo a Silvia Gc (tiè)

MammYX ha detto...

Sono imperdonabile, ad oltre 96 ore dalla consegna del premio, non ho ancora deciso cosa fare...oltre ovviamente a ringraziare la ormai insostituibile e generosa MammaCattiva (http://mammacattiva.blogspot.com/) che a dispetto di quanto vuol farci credere possiede un'innata sensibilità verso i piccoli e grandi rappresentanti del genere umano. Me inclusa.

Scrivo 10 cose più o meno note di me con l'augurio che possa essermi utile rileggerle ogni tanto (...)

Comincio così, com'è giusto che sia, ringraziandoti per avermi regalato un momento tutto per me, (però avresti dovuto starmi accanto e sostenermi perchè ti giuro che riflettere su me stessa, sulle mie doti e sui miei difetti o più eufemisticamente sulle mie aree di miglioramento mi ha portato via quasi 4 ore!).

La tua riflessione invece mi ha commossa per la franchezza d'animo e l'immediatezza delle parole. Sono sempre più felice di averti icrociato sul mio cammino (anche fisico) di blogger.

VmnP ha detto...

Ciao Mamma Cattiva, mi scuso per il ritardo, ma dovevo assolutamente commentare questo post con il mio grazie piú sincero per la menzione al mio blog! Cmq Mamme Cattive come te dovremmo essere tutte secondo me!

Un saluto
V

Maria Grazia ha detto...

Cara mamma cattiva,
pensavo di essere sola a questo mondo a pormi il problema. Una delle nefandezze che non hai citato è quella di non avere mai con sé una foto dei miei figli: sembra che le mamme buone abbiano sempre un album aggiornato nella borsa. Sui percentili non possiamo che essere d'accordo... ;-)
Ti trasferisco nei miei feed
ciao

Maria Grazia ha detto...

errata corrige: ovviamente era "dei propri figli"... Volevo buttarla sull'impersonale ma non mi è riuscita :-P

Mamma Cattiva ha detto...

@Maria Grazia - hahahaaaha! In effetti tenere conto dei nostri percentili può diventare fonte di ulteriore stress :D grazie per feed :)